giovedì 28 settembre 2023

29 Settembre, San Michele e la linea Micaelica che attraversa tutta Europa

da https://prospettive.art.blog/ 
pubblichiamo un interessante articolo di Elena Tempestini Giornalista storica Fiorentina che ama coniugare i sottili fili che compongono la società da millenni.   
St. Michael’s Mount , un’isola in Gran Bretagna al largo della Cornovaglia, è gemella della francese Abbazia di Mont Saint- Michel in Francia.

Oggi 29 settembre è San Michele, l’Arcangelo che simboleggia metaforicamente con la sua spada, il coraggio e la forza di volontà, colui che ci insegna a non avere paura del nostro buio interiore, a mantenere il giusto peso e la giusta misura. San Michele, è riconosciuto da tutte le culture e rappresentato come guerriero difensore delle forze universali. C’è una potente “ linea” di energia che si chiama Micaelica, e collega sette luoghi dove sono stati eretti sette santuari. I Santuari della Linea di San Michele sono:

Skelling Michael (Irlanda), St. Michael’s Mount ( Gran Bretagna), Mont Saint Michel ( Francia), La Sacra di San Michele ( Piemonte), Santuario di Monte Sant’Angelo (Puglia), il Monastero di San Michele (Grecia) e il Monastero di Monte Carmelo (Israele). Il punto di partenza dell’itinerario è in Irlanda, dove si trova il Monastero di Skelling Michael. Lo scrittore Bernard Shaw nel 1910 scriveva: “ Un incredibile, impossibile, folle posto che ancora induce devoti a strisciare in antri bui e a baciare “ pietre di panico” che si gettano a 700 piedi d’altezza sull’Atlantico”


.St. Michael’s Mount , un’isola in Gran Bretagna al largo della Cornovaglia, è gemella della francese Abbazia di Mont Saint- Michel in Francia. Dopo 1000 km si entra in Italia in Val di Susa, in Piemonte, dove sorge la Sacra di San Michele, che ispirò Umberto Eco per scrivere il libro “ In Nome della Rosa”. Ad una distanza di altri 1000 km si arriva in Puglia, sul Gargano dove sorge il Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant’Angelo. Proseguendo lungo la linea sacra, arriviamo in Grecia, nel Dodecanneso, all’isola di Simy dove si trova il sesto santuario dedicato all’Arcangelo, eretto intorno al XII secolo. L’ultimo Santuario della Linea Sacra si trova in Israele ed è il Santuario Stella Maris sul Monte Carmelo ad Haifa. 

Praticamente questa linea di energia che si trova sulla nostra terra, era ben conosciuta dagli antichi Maestri costruttori, esattamente come la Francigena e il Cammino di Santiago. Forse quello che ci sarebbe da aggiungere, è che la linea tocca anche il monte Toscano Amiata . Ci sono 2700 pergamene che vanno dal 736 al 1736 D.C. e sono custodite nel fondo preziosissimo di San Salvatore di monte Amiata, il più antico fondo oggi conservato presso Archivio di Stato di Siena. A Firenze, presso la Biblioteca Laurenziana, dopo la custodia di mille anni presso l’Abbazia di Abbadia sull’Amiata, è arrivata il Codex Amiatinus o Bibbia Amiatina, che è la più antica copia manoscritta conservata integralmente della Bibbia, nella sua versione latina redatta da san Girolamo, di cui si ritiene sia anche la copia più fedele, ma realizzata in lingua inglese nel regno di Inghilterra.

Codex Amiantus, la Bibbia Proveniente da un monastero benedettino dell’allora regno di Northumbria,a poca distanza dal Vallo voluto dall’Imperatore Adriano per contrastare i Barbari. La Bibbia fu riprodotta da Ceolfrid, abate dell’abbazia di Jarrow. Per arrivare sul Monte Amiata in Toscana ….


Tornando al 29 settembre, San Michele con la sua spada deve simboleggiare la bilancia di tutte le forze che circondano l’ essere vivente, e che deve equilibrarsi ( bilancia segno zodiacale del mese) . San Michele è la forza che libera i pensieri dal giogo del cervello e apre il mondo del cuore. La natura rappresenta il periodo, si equilibra in mezzo alle sue forze intercambiabili, la primavera che fiorisce e l’autunno che sfiorisce, il periodo nel quale si veste e celebra la fioritura e il periodo che arrossisce per denudarsi davanti all’arrivo del vento invernale. Son l’apparenza di due stati così diversi ma al tempo stesso così uguali, la percezione del respiro dell’aria fresca profuma di muschio bagnato e prende il posto di quell’aria arida e secca che sprigionava la polvere, arsa dalla torrida estate.

Elena Tempestini 

da https://prospettive.art.blog/

Nessun commento:

Posta un commento

TRATTURI E TRANSUMANZE: la presidente Gabriella Izzi Benedetti sul sito "ilmiogiornale.org"

  Segnaliamo ai nostri lettori che ieri è apparso sul si to  " Il MioGiornale.org ,  con questa foto di grande effetto, una interessant...